Percorsi mindfulness di crescita interiore

La crescita interiore è l'unica possibilità che ha l'essere umano per ridurre il disagio e la sofferenza, in sé e negli altri, perché permette di diventare competenti di ciò che davvero fa bene o fa male, e di evitare ciò che porta una felicità momentanea e apparente ma che in realtà diventa causa di sofferenze future.
Proponiamo cicli di incontri volti a dare strumenti di crescita interiore e approfondimento secondo il metodo della Mindfulness ispirata alla psicologia buddhista, che integra alla pratica della presenza l'etica e l'equilibrio mentale.
Questa interpretazione della Mindfulness che fa capo a Allan Wallace, filosofo americano e uno dei più famosi insegnanti occidentali di filosofia buddhista e di meditazione, è una pratica di presenza mentale che si caratterizza per essere un metodo che offre un riferimento ampio ed esplicito al corpus di principi etici, teorici e di pratica provenienti dagli insegnamenti del Buddha.
Una Mindfulness che mantiene tutta la sua caratteristica laica ed occidentale, che non si limita al campo terapeutico o alla riduzione dello stress, ma si amplia alla crescita interiore, al benessere profondo e allo sviluppo della saggezza innata.

per saperne di più: La Mindfulness secondo Allan Wallace

 
Meditazione
 
Nei nostri corsi pratichiamo diversi tipi di Meditazione
 
nei contesti della classe di Yoga-Mindfulness:
- la meditazione sulle sillabe seme connesse ai plessi psichici (Mantra Yoga) per disintossicarli e inerconnetterli
- la meditazione con il Mantra e con il canto che ha la finalità di favorire una trasformazione energetica della mente per renderla più silenziosa e disponibile al contatto
 
 
nei contesti della Meditazione di consapevolezza silenziosa e nei ritiri:
- la meditazione Shamatha, o del calmo dimorare, che allena alla concentrazione producendo calma mentale
- la meditazione Vipassana o di Visione profonda, che allarga il campo della coscienza per investigare sulla natura della mente
 
 
 
La Mindfulness ispirata alla psicologia buddhista è la cornice teorica della Meditazione i cui principi son ispirati alla psicologia buddhista. Si tratta di un'attitudine da coltivare: essere presenti in ogni momento della vita per aprirsi alla consapevolezza, senza negare né fuggire a causa di avversione e senza rincorrere cose, situazioni e persone a causa di attaccamento. Questa attitudine aperta, attenta al presente e disponibile verso se stessi e verso gli altri, genera una pacificazione che permette alla mente di diventare più assorta, riflessiva e percettiva per avvicinarsi alla conoscenza e alla saggezza.