Vipassana
 
La Shamatha-Vipassana o Meditazione di Consapevolezza è una disciplina di grande sostegno nella vita; la si apprende in gruppo e poi la si può praticare da soli sempre e ovunque... è laica ed essenziale, non richiede di aderire ad un credo, ma solo la volontà di conoscere se stessi e di liberarsi dal disagio e dalla sofferenza fisica e psichica. Aiuta a combattere lo stress e ad affrontare con rilassatezza tutto ciò che, nel bene e nel male, la vita ci fa incontrare.
 
La visione profonda
La mente è il mezzo attraverso cui diventiamo coscienti del mondo interno ed esterno. Ma, se invece di considerarla un mezzo la si vive identificandosi in essa, si finisce per reagire ai fatti della vita senza domandarsi se essi corrispondono alla realtà e fidando di una percezione distorta da emozioni-convinzioni-pensieri-storia-credenze ecc... Invece di agire consapevolmente ci si proietta nel reagire in modo automatico e compulsivo ai tanti stimoli che attirano l'attenzione e che sollecitano i sensi nelle attività della vita quotidiana, rimanendo sconosciuti a se stessi per tutta la vita.
Il problema è che questa “ignoranza” della nostra mente, che quindi guida il vivere mossa solo da pulsioni di attaccamento e desiderio da un parte e di avversione rabbia paura dall'altra, crea disagio, insoddisfazione, mancanza e, a volte, vera e propria sofferenza esistenziale.
Quando ci si rende conto di questo meccanismo è il momento giusto per avvicinarsi alla Meditazione che è uno strumento millenario e nello stesso tempo attualissimo per aiutare a liberare la mente dalla dipendenza alla reattività sensoriale ed emozionale.
 
Il primo passo del meditare 
E' fermarsi e fare silenzio per rivolgere lo sguardo verso se stessi. La meditazione, infatti, vuole fare entrare in intimità con se stessi nello spazio del mondo interiore per ascoltare le sensazioni deprivandole del loro contenuto e accettando “quello che c'è così come è”.
Meditare è allenarsi a vivere nel presente invece che nel passato che non c'è più o nel futuro che non c'è ancora.
Meditare significa, come dice una bellissima metafora tibetana, riportare a casa la mente.