I tre rami del percorso Yoga-Mindfulness

L'insegnamento di Yoga-Mindfulness si articola in tre rami interconnessi che saranno approfonditi in ognuno dei 2 percorsi proposti.
 
Ramo Yoga: la filosofia e le tecniche yoga tradizionali e psicocorporee nei canali di materia, energia e psiche
 
Yoga-Mindfulness è un metodo che parte dallo sviluppo della consapevolezza del corpo inteso come un aggregato di materia, energia e psiche: tre dimensioni della persona che si compenetrano l’uno con l’altra. Per riconoscerle bisogna sviluppare la percezione sottile e quindi imparare ad essere presenti a quello che succede.
In una prima fase lo yoga si occupa della pulizia e della purificazione del corpo, attraverso posizioni, esercizi e respirazione. La costanza e l’accuratezza in questo lavoro portano alle prime modifiche percepibili sul piano fisico: l'azione della pratica sul corpo, ripulisce i canali entro cui scorre l’energia che, canalizzata, rafforza la struttura psico-fisica e influisce sulla mente stabilizzandola: essere presenti a questo processo è già meditazione.
Con la pratica dello yoga, prima o poi si entra in contatto con la sofferenza e con il dolore. Questo è il momento in cui il lavoro fatto sul corpo e sull’energia, permette un contatto più profondo e più ampio possibile con quello che c’è, dentro e fuori di noi.
E questo è il momento in cui la pratica meditativa avvia la trasformazione mentale che ci permetterà di avviare un processo per sradicare le cause della sofferenza.
 
Ramo Mindfulness: fondamenti teorici della Mindfulness
 
Lo scopo della Mindfulness è la costruire la consuetudine alla presenza che è il requisito fondamentale per attivare la visione profonda che emerge dalla meditazione; non si tratta di dare vita a un sistema di credenze ma piuttosto di fornire una guida per aiutarci a vedere con chiarezza la natura della mente. In questo modo si acquista una comprensione in prima persona di come le cose sono davvero, senza affidarsi a opinioni o teorie; un'esperienza diretta e vitale. Ciò fa nascere quel senso di calma profonda che proviene dal conoscere qualcosa nel nostro intimo, al di là della dimensione del dubbio.
La riflessione si presenta in modo del tutto naturale quando si familiarizza con la pratica della meditazione. Si prova un senso di agio e di interesse, ci si comincia a guardare intorno e la mente che medita comincia a divenire più lucida. Questo significa dare spazio alla consapevolezza che permette di osservare il mondo in modo diretto e privo di interpretazioni attivando la mente contemplativa.
 
Ramo relazione: relazione con se stessi e con l'altro; conoscenza dei propri limiti e risorse
 
La psicologia ha bisogno dello spirituale perché l’individuo non resti bloccato nei limiti stretti di un Io onnipotente ed egocentrico e in una visione del mondo limitata alla razionalità. La spiritualità ha bisogno della psicologia perché le nevrosi e i meccanismi razionali di difesa non condizionino eccessivamente il cammino interiore.
Le interazioni tra il corpo, l’anima e lo spirito sono diversi aspetti inseparabili dell’uomo nella sua globalità. Yoga-Mindfulness è un approccio che, attraverso la psicologia dei Chakra integra la salute, lo sviluppo e la realizzazione della propria identità, dalle dimensioni i più istintuali a quelle spirituali, nella direzione della piena realizzazione e liberazione.
Solo una sana e coraggiosa relazione con se stessi permette di approcciare lo studente in condizioni di autenticità, onestà e chiarezza.